BELGRAVIA. JULIAN FELLOWES E I SALOTTI VITTORIANI

0

 

L’acclamato sceneggiatore di ‘Gosford Park’ e ‘Downton Abbey’ torna in libreria con un romanzo ambientato in uno dei quartieri più esclusivi della capitale britannica, Belgravia, distretto della Central London situato nell’area di Westminster e confinante con Buckingham Palace, costruito a partire dal 1820.

Il romanzo inizia nel 1815 a Bruxelles, durante le guerre napoleoniche. La bella diciottenne inglese Sophia Trenchard non ha alcun interesse per le questioni belliche; i suoi pensieri sono rivolti a Lord Edmund Bellasis, erede di una delle famiglie più importanti della Gran Bretagna, che le ha appena procurato gli inviti per il ballo della duchessa di Richmond. La guerra contro Napoleone Bonaparte ha alterato gli schemi, permettendo di tralasciare le solite regole, e l’ambiziosa Sophia è intenzionata a non lasciarsi sfuggire questa occasione, insperata per una ragazza con i suoi natali. Suo padre, James Trenchard, è ‘il Mago’, un abile commerciante che fornisce pane e birra ai soldati. Partito da una bancarella a Covent Garden, grazie a un vero talento per gli affari, ha compiuto una vertiginosa scalata sociale, spinto dall’insopprimibile desiderio di appartenere al bel mondo. Anne, la moglie di James, sembra essere l’unica della famiglia Trenchard ad aver conservato un po’ di buon senso e a ostacolare l’unione tra la figlia e Edmund Bellasis, anche se questo significa scontrarsi con il marito, che vede in questa relazione un mezzo per entrare a fare parte dell’alta società. Durante il ballo, un aiutante di campo irrompe nella sala recando con sé una missiva che attira all’istante l’attenzione dei presenti. Le truppe francesi hanno oltrepassato il confine e gli ufficiali inglesi, le uniformi da gala ancora indosso, vengono richiamati ai propri reggimenti. Sophia e Lord Bellasis sono ignari della piega che sta per prendere la loro vita.

Venticinque anni dopo i Trenchard, vivono a Belgravia, un quartiere londinese di nuova costruzione edificato, tra gli altri, da James, che ha fatto fortuna nel campo dell’edilizia. Non lontano da loro sorge la dimora dei conti di Brockenhurst, i genitori di Edmund Bellasis. Le due famiglie appaiono tanto distanti per estrazione sociale quanto unite da un segreto diventato oggetto di un curioso interesse nei salotti londinesi, scatenando i pettegolezzi della servitù e mettendo in moto una catena di eventi non privi di colpi di scena e rivelazioni.

Un romanzo che, con sagacia e ironia, affronta le tensioni tra le nuove famiglie benestanti e la vecchia aristocrazia nell’Inghilterra vittoriana. Pubblicato online a puntate, ‘Belgravia’ è stato successivamente edito in volume e in formato e-book dalla casa editrice Neri Pozza. Si tratta del terzo romanzo scritto da Fellowes dopo ‘Snob’ (2004) e ‘Un passato imperfetto’ (2009).

‘Belgravia’ di Julian Fellowes, Neri Pozza, 416 pagine, Euro 18.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here