BATH TRA ACQUE TERMALI, STORIA E CINEMA

0

 

Città d’arte e di cultura, cuore della contea del Somerset, Bath colpisce i suoi visitatori per l’armonia della sua architettura e la ricca stratificazione storica. Fondata dai Celti, fu valorizzata dai romani che qui si insediarono nel 43 d.C. apprezzando le Aquae Sulis, ricche acque calde sulfuree che sgorgano in superficie (le uniche in Gran Bretagna), e creando un complesso termale voluto dall’imperatore Vespasiano tuttora funzionante. Cadute in rovina nel VI secolo d.C., le terme tornarono in auge nella seconda metà del 1700 e da allora sottoposte a più interventi di restauro. Oggi è possibile visitare l’antico complesso termale romano in un affascinante percorso archeologico. Nei pressi delle terme sorge l’imponente abbazia di Bath, cattedrale normanna ricostruita in stile gotico.

Attraversata dal fiume Avon, immortalato nelle foto e nelle cartoline che ritraggono il celebre Pulteney Bridge (un ponte storico in stile palladiano progettato da Robert Adam ed ispirato al Ponte Vecchio di Firenze), la città è costruita in stile georgiano: furono i progettisti John Wood il Vecchio e John Wood il Giovane, tra il 1754 e il 1774, a dar vita al sogno visionario di una città neoclassica, seguendo i dettami del tempo e progettando i famosi palazzi a colonnato disposti a semicerchio del Royal Crescent e del Circus.

Grazie alle sue terme, tra il 1700 e il 1800 Bath divenne il centro di villeggiatura più elegante dell’aristocrazia inglese e la mondanità del tempo viene raccontata nei romanzi di Jane Austen, che qui visse per alcuni anni. A Bath la scrittrice ambientò ‘Nortangher Abbey’ e ‘Persuasione’, affreschi di una vita altolocata all’insegna delle apparenze e delle pubbliche relazioni, scandita da balli, concerti e passeggiate. Al numero 40 di Gay Street, in una delle case dove soggiornò l’autrice, si trova il ‘Jane Austen Centre’. L’alta società si riuniva nella Pump Room, sala adiacente alle terme romane -ora prestigioso ristorante e sala da tè- e partecipava ai balli nelle Assembly Rooms, in un palazzo che oggi ospita il Fashion Museum, museo che documenta la storia della moda attraverso una ricca collezione di abiti dal periodo georgiano ad oggi.

Per la sua bellezza e l’architettura storica, Bath è diventata una sorta di ‘set naturale’ dove vengono girati molti film. Tra questi ricordiamo ‘Persuasione’ (2007) con Sally Hawkins e Rupert Penry-Jones, ‘La duchessa’(2008) con Keira Knightley e Ralph Fiennes, ‘Les Misérables’ (2012) con Russell Crowe e ‘Sherlock Holmes-The Abominable Bride’ (2015) con Benedict Cumberbatch.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here