NORD E SUD, IL CONTRASTO TRA DUE MONDI

0

Il romanzo di Elizabeth Gaskell, edito in Italia da Jo March, ha per protagonista Margaret Hale (che avrebbe dovuto dare il titolo all’opera nelle intenzioni dell’autrice), figlia di un pastore anglicano che insieme alla sua famiglia si trasferisce dalla verdeggiante campagna inglese del Sud in una grigia città manifatturiera del Nord, Milton. Una decisione, quella di spostarsi, che viene presa improvvisamente dal padre della giovane dopo un conflitto con il nuovo vescovo e che non è gradita dal resto della famiglia, costretta a vivere in un contesto completamente diverso rispetto al passato. Milton è una città operaia in cui la lotta di classe tra padroni e operai determina uno stato di tensione. I dipendenti delle fabbriche di Milton vivono in condizioni difficili: Margaret tocca con mano la durezza della vita di queste persone quando stringe amicizia con Bessy Higgins, una ragazza che insieme al padre Nicholas lavora per Mr. John Thornton, allievo di Mr. Hale e padrone di uno dei cotonifici più importanti della città. Margaret è solidale con gli operai, ma non è indifferente a Mr. Thornton, che ammira per la sua intraprendenza e per il fatto che sia un ‘self made man’. Tra i due si crea un rapporto difficile, reso ancor più complesso da una serie di battibecchi, di malintesi, dall’ostilità della madre di Thornton e dall’arrivo del fratello di Margaret, Frederick, accusato di ammutinamento dalla Marina britannica e costretto a vivere a Cadice, in Spagna…

Attraverso l’occhio di Margaret, Elizabeth Gaskell rappresenta il forte contrasto tra il Nord industrializzato dell’Inghilterra -caratterizzato da tempi scanditi dall’orario di fabbrica e da tensioni sociali legate alla lotta operaia per l’ottenimento dei primi diritti- e il Sud rurale, i cui ritmi sono più lenti, l’ambiente è più benestante, ozioso e snob. Nello scontro e nella pacificazione dei due protagonisti, l’autrice vede in senso simbolico la possibile riconciliazione dei due ‘mondi’, superando ogni pregiudizio e auspicando una nuova era in cui sono ci siano più differenze tra nord e sud, tra classe dirigente e operai, tra uomini e donne.

Elizabeth Gaskell (1810-1865) ha esordito nel mondo della narrativa con ‘Mary Barton’ (1848), a cui sono seguiti diversi racconti e romanzi, tra cui ‘Cranford’ (1851-3), ‘North and South’ (1855), ‘The grey woman’ (1855), ‘Sylvia’s lovers’ (1863) -‘Gli innamorati di Silvia, pubblicato in Italia da Jo March nel 2014- e ‘Wives and daughters’ (1865). Sua è anche ‘La vita di Charlotte Brontë’ (1857), biografia dedicata alla scrittrice, che conobbe e della cui amicizia rimane un nutrito epistolario. Elizabeth frequentò diversi importanti scrittori ed intellettuali del tempo, tra cui Charles Dickens – nel 1851 aveva pubblicato sulla sua rivista il racconto ‘Our society at Cranford’, che sarebbe in seguito divenuto il romanzo ‘Cranford’ – William Thackeray e George Eliot.

‘Nord e Sud’ di Elizabeth Gaskell, edizioni Jo March, 555 pagine, 15 Euro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here