L’ESTATE ALL’IMPROVVISO, ARTISTI NELLA CORNOVAGLIA DI PRIMO ‘900

0

Christopher Menaul dirige Emily Browning, Dan Stevens e Dominic Cooper in un film tratto dal romanzo ‘Summer in February’ (1995) di Jonathan Smith. ‘L’estate all’improvviso’ racconta di un gruppo di artisti che ad inizio Novecento si stabilirono in Cornovaglia, attratti sia dalla bellezza del paesaggio che dalla prospettiva di dipingere en plein air, e di un triangolo amoroso formato dal pittore Alfred Munnings, sua moglie Florence Carter-Wood e il loro amico Gilbert Evans.

La storia inizia con l’arrivo di Florence (Emily Browning) in Cornovaglia: la ragazza, di buona famiglia, è oppressa dal padre autoritario e annoiata dall’etichetta decide di lasciare Londra per raggiungere il fratello Joey presso Newlyn, un villaggio di pescatori dove si è insediata una colonia di artisti bohemien. Florence, che ha intenzione di dipingere e approfondire lo studio della storia dell’arte, conosce il carismatico artista AJ Munnings (Dominic Cooper), del quale si invaghisce, e il capitano Gilbert Evans (Dan Stevens). Munnings ed Evans sono grandi amici ma non possono essere più diversi: il pittore è ribelle, irrequieto, mutevole come il cielo di Cornovaglia; mentre il capitano è pacato e rassicurante. Entrambi si innamorano di Florence. Munnings la sposa nel 1912 ma il matrimonio da subito si rivela un disastro, al punto che la donna tenta il suicidio la sera delle nozze. Esasperata dalle intemperanze del marito, Florence si avvicina sempre più ad Evans iniziando una relazione…

‘L’estate all’improvviso’ è stato girato in alcune delle più belle località della Cornovaglia, come Penzance, Lamorna, Prussia Cove e la spiaggia di Porthcurno, tutelata dal National Trust.

Il film, uscito nelle sale britanniche nel 2013, è disponibile in dvd in lingua italiana.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here